Se desideri conoscere le principali unità di misura della luce, ma non sei un profondo conoscitore di fisica della luce, leggi questa semplice guida. La guida è pensata appositamente per i principianti che vogliono conoscere il significato dei Watt, dei Lumen, dei Lux o dell’unità di misura della temperatura di colore, i gradi Kelvin. Questa guida ti aiuterà a comprendere che cosa definisce la potenza di una sorgente luminosa, cosa esprime la quantità di luce in uno spazio o come identificare la luce calda o fredda.

Le unità di misura della luce: Watt, Lumen, Lux  e Kelvin

I Watt sono l’unità di misura della potenza e sono espressi con il simbolo W. Che tipo di informazioni ti possono dare? Molti pensano che i Watt siano l’espressione di quanta luce emetterà la lampadina che hanno appena acquistato ma questo è un errore comune. Si tratta solamente, si fa per dire, della quantità di energia che verrà consumata da quella sorgente. Più elevati saranno i Watt di quella lampadina e più consumerete energia.

I Lumen, espressi con il simbolo Lm, sono proprio il dato che ti serve per determinare la quantità di luce che emetterà la tua sorgente. Si misurano a 360° e più sarà elevata la luce emessa più alto sarà il valore in termini di Lumen. L’emissione di quella determinata sorgente potrà variare nel caso che la struttura contenitore della sorgente abbia forme coniche o prismate. In questo caso l’angolo di emissione della luce può variare e modificare la tipologia di luce, se diffusa o concentrata.

I Lux sono un altro dato molto importante quando si deve scegliere non solo una tipologia di sorgente ma anche la posizione e il numero delle sorgenti da utilizzare. Pur avendo a disposizione dati come i Watt ed i Lumen di una determinata sorgente, i Lux ti aiuteranno a capire che cosa accadrà all’efficienza di quella lampada allontanandosi o avvicinandosi da un piano e saranno espressi con il simbolo Lux.

Ti piace la luce calda, neutra o fredda? La temperatura di colore è il dato che devi conoscere per scegliere. Questa unità di misura espressa con il simbolo K, misura proprio la temperatura di colore della tua sorgente e ti indicherà se sarà una luce calda, tendente al giallo o fredda, tendente al blu.

Puoi convertire i Watt in Lumen?

Questa ipotesi sta diventando un tormentone della rete. Ti dico subito che non esiste una regola per convertire i watt in lumen. Prova a riflettere su questo esempio. Prendi una lampadina ad incandescenza da 100lm, con un consumo da 100W. Poi mettila a confronto con una a LED da 10W  e vedrai che già potresti trovarti ad un’ipotesi per assurdo in partenza.

La regola che si trova in internet e che sembra essere la più diffusa è che se prendo il numero di Watt e li moltiplico per 100 posso ottenere il valore relativo in Lumen. A parte che otterresti un valore molto approssimativo ma ti basti pensare che la luce cambia a secondo della sua temperatura di colore, in base soprattutto alla resa cromatica (CRI) del LED se hai optato per questa tecnologia.

Aiutiamoci con un altro esempio. Hai a disposizione una lampadina LED da 6W con una quantità di luminosità da 400lm (spesso si trova anche qualcosa sul mercato che sfiora i 750lm). Un’altra lampadina LED da 6W di scarsa qualità potrebbe non arrivare a 250-300lm. Come puoi pensare di ottenere un dato certo con una semplice formula matematica?

Cosa devi fare allora? Una volta scelta la potenza della tua lampadina fatti sempre guidare dal valore in Lumen che esprime, se cerchi tanta luminosità opterai per un valore elvato, altrimenti potrai accontentarti anche di valori più bassi. Buona scelta!


Andrea Meini
Andrea Meini

Mi chiamo Andrea Meini e sono un Lighting Designer che opera nel del design e dell'illuminotecnica da molti anni. Amo l'illuminazione ed il mondo della tecnologia in generale. Sono un Blogger e YouTuber professionista che si occupa di formazione professionale e consulenza online.

Lascia una Risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.